supporto-ai-pazienti

Supporto ai pazienti

Siamo vicini a tutti coloro che convivo ogni giorno con l’Estrofia Vescicale. Sono diverse le modalità in cui aiutiamo questi malati rari, da sempre il nostro primo supporto è l’ASCOLTO.

L'a.e.v. propone diverse attività ai pazienti nelle diverse fasce d’età.

Per i più piccoli...

Si chiama EMOZIONI E ARTE: TRA GIOCO E CRESCITA il nostro percorso dedicato a bambini/e e ragazzi/e con Estrofia Vescicale dai 6 ai 14 anni. Si tratta di quattro weekend all’anno dove bambini/e e ragazzi/e fanno Arte Terapia, Teatro Terapia e Karate attraverso queste attività imparano a conoscersi meglio, a condividere emozioni e a non sentirsi soli e diversi.

img

Perché Arte Terapia? Arte come attività educativa e arte come terapia

L’Arteterapia è uno strumento espressivo capace di educare il bambino e l’adolescente, ma nello stesso tempo è uno strumento terapeutico di sostegno in qualsiasi momento della vita. 
Attraverso il “Processo Creativo” libero e spontaneo, l'arteterapia permette di accedere alla propria intimità, ai desideri, ai ricordi che altrimenti rimarrebbero nascosti e inespressi. 
L’Arteterapia si serve dell’espressione libera dell’individuo e lo conduce a una conoscenza di sè, attraverso un linguaggio simbolico si può entrare in contatto con le nostre emozioni più profonde per poterle comprendere e successivamente rielaborare.
Il mondo delle emozioni, è strettamente collegato ai linguaggi espressivi non verbali, proprio per questo, creare uno “spazio individuale e di gruppo” all’interno di un luogo dedicato offre la possibilità di esprimere ciò che è parte del mondo interno di ognuno di noi.
L’Arteterapia utilizza il linguaggio espressivo (grafico, pittorico, plastico, etc.) come mezzo mediatore della relazione, per favorire processi di sviluppo globale, di integrazione psico-affettiva e di rielaborazione emotiva.
È uno spazio di espressione libera e non giudicante, dove il bambino si esprime rispetto a ciò che vive, sente, prova e percepisce, in un particolare momento di crescita e di sviluppo psico-fisico.
Il "lasciar fluire" crea la possibilità di esprimersi e realizzare degli elaborati artistici dove poter deporre e vedere il proprio mondo interno, aiutati e sostenuti dallo sguardo accogliente e di cura del terapeuta.
Le Artiterapie sono un strumento per aiutare ad elaborare il proprio vissuto, dando spazio alla percezione di sé, al riconoscimento della propria creatività e in fase evolutiva alla costruzione della propria identità.

Di Arte Terapia se ne occupano…

ILARIA MERONI

Danzamovimentoterapeuta, Arteterapeuta, Educatrice e Psicologa in formazione.

Esercito e approfondisco la pratica dell’improvvisazione di danza e l’attenzione al mondo dell’arte come mezzo educativo e di espressione, frequentando la Formazione in Danza Movimento Terapia con Metodo M. Fux, accostando ad esso un approccio artistico che mi avvicina alla Scuola di Arteterapia, presso Art Therapy Italiana, dove successivamente conseguo un Master di specializzazione in Arteterapia Clinica ad orientamento psicodinamico.
Affronto presso la stessa sede una formazione aggiuntiva in Danzamovimentoterapia, ad orientamento psicodinamico, seguendo un approccio differente, secondo R. Laban - J. Kestenberg.
Svolgo la mia professione di Danzamovimentoterapeuta ed Arteterapeutain in ambito terapeutico e clinico, con aree legate al disagio e all’emarginazione, quali carcere, comunità occupandomi di tossicodipendenza e del disturbo borderline e con stranieri richiedenti asilo.
In ambito educativo con interventi di tipo creativo e preventivo legati al benessere a favore di bambini, di adolescenti e adulti. In ambito clinico privato con bambini, adolescenti e adulti desiderosi di intraprendere un percorso personale. Dopo una lunga esperienza educativa con bambini, adolescenti e famiglie in situazioni di disagio e difficoltà presso comunità e servizi per minori, mi dedico a progetti educativi per bambini e adolescenti in diversi contesti sociali e svolgo la mia professione educativa come Coordinatrice presso una Scuola dell'infanzia Paritaria.

img
img

Perché Teatro Terapia? Il teatro è esperienza umana e artistica, capace di far emergere il meglio di ogni persona.

L’attività teatrale permette di far fiorire quelle “parti di sé” che, per inibizioni personali, sociali o culturali, spesso vengono messe a tacere. Sviluppa inoltre una capacità di consapevolezza e analisi che favorisce l'apertura verso la realtà che ci circonda.

 

Questi laboratori affiancano all'acquisizione delle tecniche teatrali, il raggiungimento di obiettivi personali ed educativi, quali: la scoperta di sé stessi e del proprio corpo, la conquista dell'autostima e fiducia in sé stessi; la consapevolezza delle proprie emozioni; il miglioramento della comunicazione interpersonale; la comprensione dell’altro nella sua diversità.

 

Nello specifico, attraverso i “giochi” teatrali, le finalità risiedono nell’attivare energie positive, rinsaldare i rapporti, scoprire nuove modalità di ascolto, e riattivare la creatività, nonché scoprire nuovi punti di vista per la soluzione di problemi, incrementare la capacità di prendere decisioni corrette, potenziare le doti di empatia, gestire le emozioni per acquisire consapevolezza di sé, imparare a gestire lo stress ed acquisire strumenti  per gestire al meglio i conflitti e i confronti.

 

Nello specifico il teatro è strumento ideale per lavorare sull’autostima, l’empatia e l’ascolto. La pedagogia teatrale vuole attivare e potenziare le risorse che spesso restano nascoste, che pensiamo di non  avere o che ci hanno fatto credere di non avere. Vuole creare le condizioni per mettere a profitto le energie degli allievi: energie volte alla relazione con gli altri e rispecchiamento emotivo (comunicazione efficace e positiva) ed energie volte all’espressione di sé (creatività e soluzione dei problemi).

I docenti hanno cura della crescita armonica della personalità dell’allievo insieme alla sua crescita creativo-artistica, grazie anche alla motivazione, coinvolgimento, partecipazione ai progressi, sostegno. Mettersi nei panni dell’allievo per trovare la correzione giusta e il modo di porgerla, con il rispetto dei tempi dei tempi di ciascuno. L’approccio è collaborativo e non competitivo, valorizzando anche le caratteristiche personali. Il clima che viene instaurato è un clima di accoglienza e fiducia. Gli allievi sono guidati non solo a “far bene” ma a “star bene facendo”.

Di Teatro Terapia se ne occupa…

Il genio della lampada ilgeniodellalampada.it 

Il nome della scuola “Il Genio della Lampada” rivela la nostra idea di arte: dentro ognuno è nascosto un tesoro di creatività, un genio artistico addormentato o dimenticato. Come per la lampada di Aladino, occorrono tre carezze per liberare il Genio dalla sua prigione, così gli insegnanti della scuola lavorano per far emergere da ogni allievo, le capacità espressive, emotive, creative, che racchiude in sé, tutte personali ed uniche.
Il Genio della Lampada è, soprattutto, una scuola di teatro con una grande inclinazione e specializzazione nella didattica: i suoi insegnanti sono attori per passione e insegnanti per vocazione, formati attraverso corsi di approfondimento, specifici per l’insegnamento.
Il Genio della Lampada mette a servizio la propria competenza nella gestione professionale delle tecniche e delle dinamiche di gruppo per far vivere esperienze formative, divertenti ed evolutive che accrescano competenze individuali, migliorando il gioco di squadra.
I docenti del Genio della Lampada lavorano per sviluppare nuove sensibilità per cogliere le dinamiche interne al gruppo, per coinvolgere al meglio l’aula e gestirne l’attenzione, gli scontri e la disciplina.
Credono che la capacità di accogliere ed elaborare l’imperfezione e l’errore in sé stessi e negli allievi possa guidare il gruppo a risultati migliori, sia nell’apprendimento che nella creazione del benessere sociale.

img
img

Perchè karate? Poiché nelle arti marziali vi è una componente psicologica ed emotiva non trascurabile: ai più timidi questo sport dona più fiducia, mentre ai più aggressivi impartisce il senso del controllo.

Questa disciplina ha delle ripercussioni su tutta la sfera psicologica e caratteriale, soprattutto per quanto riguarda la fiducia in sé stessi, l'autocontrollo e l'educazione. A tali attività si affiancheranno delle lezioni di karate.

Di Karate se ne occupa...

STEFANO NICOLO' MACCIONE

Stefano è uno studente del quinto anno del Liceo Scientifico L. Nievo di Padova. Oltre ad essere uno studente è Istruttore di Karate, cintura nera 1° Dan dal 2016, Istruttore di Fitness diplomato presso il centro nazionale CSEN, fondatore del gruppo sportivo Passo_fit rivolto alla promozione di sport e fitness fra i giovani. Tra i suoi interessi oltre al fitness c’è il volontariato.

img
immagine_168

Per gli adolescenti...

Dal 2021 per i ragazzi dai 16 ai 27 anni è stato proposto un nuovo percorso organizzato dal Genio della Lampada chiamato: Il Guerriero dalla Nascita alla resa.
Chi è il nostro Guerriero interiore? Qual è la sua sfida, il suo obiettivo? Quali ostacoli incontra nel suo cammino e come li affronta? Quali sono le sue risorse?
La nostra vita è fatta di sfide e situazioni che forgiano il nostro atteggiamento e i nostri pensieri e ci fanno acquisire differenti capacità di reazione davanti a quelle stesse difficoltà. A seconda di come reagiamo sviluppiamo capacità e competenze utili per la nostra crescita. L’archetipo del Guerriero indica come una reazione ottimale alle sfide e alle situazioni della vita possa farci sviluppare caratteristiche quali la disciplina, la resistenza e la capacità di perseguire i nostri obiettivi con determinazione, coraggio, concentrazione e resilienza.
Riuscire a trarre il meglio da ogni situazione, seppur difficile, è una capacità che si può sviluppare e che ci permette di vivere ogni esperienza come un’opportunità e non come una punizione.
E quando il guerriero ha combattuto ogni sfida, quando ha compreso ciò che quella sfida gli ha regalato… non resta che lasciarsi andare. Deporre le armi, godere di se stesso, di quanto realizzato e stare nella non azione, lasciando che le cose semplicemente siano.
In questo percorso esploreremo il nostro guerriero interiore per acquisire una maggiore capacità di imparare dalle esperienze in modo funzionale per poi poter sperimentare il lasciarsi andare senza avere alcuna battaglia da combattere, ma potendosi godere se stessi e i propri risultati.

Cosa si farà?

Quattro incontri in cui verranno proposti esercizi e attività volti a contattare e riconoscere il nostro guerriero interiore per poterlo mettere a disposizione dell’arte teatrale. Attraverso meditazioni guidate esploreremo i nostri vissuti per migliorarne la conoscenza e poterlo gestire in relazione agli scopi performativi. Verranno studiati e interpretati alcuni brani tratti da “Il Guerriero della Luce” di Paolo Coelho.
Tutto questo verrà fatto grazie al Teatro Psicolistico...
Il Teatro Psicolistico condivide la visione della persona come unità di corpo, mente, emozioni e spirito. Integra pertanto le tecniche e gli strumenti teatrali con le conoscenze delle scienze psicologiche e delle discipline olistiche. Ogni strumento permette di lavorare in uno specifico ambito con la modalità ad esso più adeguata per concorrere al fine di una maggiore consapevolezza di sé per il proprio benessere.
L’obiettivo è quello di sciogliere le resistenze e le paure per poter accedere e scoprire le qualità e i talenti insiti in ogni persona e poterli accordare in armonia con se stesso. L’accesso alle proprie profondità permette di trasformare gli ostacoli al proprio star bene e di attivare nuove modalità di cambiamento.

Per gli adulti...

Il nostro convegno annuale è un appuntamento fisso e importante per l’Associazione, in questa occasione vengono organizzati momenti di condivisione e confronto con psicologi e terapeuti.
Durante l’anno siamo sempre a disposizione per ascoltare e aiutare tutti coloro che ci contattano. Molto spesso aiutiamo i pazienti ad entrare in contatto tra di loro, cosa c’è di meglio di parlare con qualcuno che sa quello che stai attraversando?

Esiste anche un gruppo WhatsApp dove pazienti e genitori si confrontano tra di loro, si ascoltano e aiutano. Questo gruppo è stato creato dai nostri soci che avevano e hanno il desiderio di restare in contatto, non è gestito dall’Associazione ma per entrare ti basterà inviare un’email di richiesta ad Alice info@estrofiavescicale.it e ci penserà lei a farvi entrare.